Gruppo Consiliare Federazione della Sinistra

Irs crollo e allagamenti in via G.B. D’Albertis del 15/9/2016

Settembre 30th, 2016 Posted in Interrogazioni R.S.

Oggetto: Crollo e allagamenti in via G.B. D’Albertis del 15/9/2016

Il sottoscritto consigliere,

premesso che

All’alba del 15 settembre, intorno alle 5.30 in via G.B. d’Albertis, a Genova San Fruttuoso, all’altezza del civico 13, a causa delle forti piogge si è verificata la rottura di un tubo della fognatura delle acque bianche che insiste su Via Bozzano.

La stampa locale riporta che tale rottura ha provocato l’allagamento di un locale e la spinta dell’acqua ha provocato il crollo di una tramezza con conseguente riversamento dell’acqua negli appartamenti a livello terra.

L’evento ha interessato quattro appartamenti del civico 13 che sono stati evacuati, portando in salvo gli inquilini. Otto persone dovranno dormire fuori casa e hanno denunciato: «Avevamo già segnalato il pericolo» All’interno del locale si è stimato sia entrato un metro d’acqua. L’adiacente ponte è diventato pericolante ed ha obbligato la chiusura del tratto di strada in uscita da via Bozzano;

considerato che

Questo è l’ennesimo evento incidentale prodotto da un’edificazione fatta senza rispetto della precarietà del territorio, delle condizioni idrogeologiche e che ha modificato il naturale effluvio delle acque, cancellando l’evidenza storica di rivi e rigagnoli. Questa attività costruttiva e di cambiamento idrogeologico non ha peraltro prodotto mappature esaustive dei rivi tombinati.

Nel sottosuolo della città scorrono 107 rivi tombinati censiti sui quali si è costruito di tutto. Altri rivi non sono stati tuttora censiti. In questa precarietà territoriale ogni acquazzone può generare eventi dannosi.

Già in passato i cittadini di San Fruttuoso hanno segnalato alle autorità competenti la pericolosità di queste situazioni. Anche in occasione delle rimostranze per la ventilata costruzione di un silo nell’area di Bosco Pelato, i cittadini hanno evidenziato l’esistenza di rivi dei quali è ignoto il percorso sotterraneo.

Le mappe delle reti fognarie comunali riportano una grossa tubatura che parte dalla Scuola di piazza Solari e prosegue al centro della Via G.B. d’Albertis raccogliendo altre tubazioni provenienti dal lato monte in relazione alla quale, considerato il grosso flusso che dovrebbe defluire nella medesima, si può dedurre che essa raccolga gran parte delle acque del versante che parte dalla Madonna del Monte e va verso la piazza Solari. Diversamente, le mappe non riportano in maniera completa l’evidenza dei flussi di acqua che vanno a confluire in tale tubatura.

Emerge la necessità di non aggravare ulteriormente il precario equilibrio idrogeologico, in particolare dei versanti che interessano l’alveo del Bisagno e suoi affluenti, con nuova edificazione di qualsiasi tipo sia pubblica che privata.

Interroga la S.V. per conoscere se non sia più rimandabile un censimento esaustivo dei rivi tombinati ed un conseguente aggiornamento delle mappe fognarie.

Antonio Bruno

You must be logged in to post a comment.