Gruppo Consiliare Federazione della Sinistra

Emendamenti compatti

Ottobre 21st, 2009 Posted in Senza categoria

Tutti gli emendamenti sono stati bocciati da 41 voti (PD, PDL, IDV, UDC) e 5 a favore (PRC-SE, Sel, Verdi)

Gruppo Consiliare Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Emendamenti su

PROPOSTA 70/29.09.2009 “Approvazione dello schema del nuovo protocollo d’intesa tra la Regione Liguria, la Provincia di Genova, il Comune di Genova, Autorità Portuale di Genova, Anas spa, Autostrade per l’Italia spa e il Ministero delle Infrastrutture per la realizzazione del nodo stradale e autostradale di Genova”

Modificare il punto 1 dell’impegnativa con

1)di aggiornare il protocollo di intesa per la realizzazione del nodo stradale e autostradale di Genova in modo che sia data attuazione agli interventi unanimemente condivisi posticipando a una successiva valutazione dell’impatto di tali opere sulla mobilità qualunque ipotesi di bypass autostradale.

——————–
Aggiungere a pagina 7, prima di Considerato

Ritenendo non motivata dalle risultanze del dibattito pubblico non condivisibile la proposta avanzata da ASPI:
——————–
Aggiungere a pagina 7, prima di Considerato

Tenuto conto che ad oggi non è stata prodotta una attenta analisi costi- benefici e in particolare
una motivazione dettagliata dei costi dell’intervento:
——————–
Inserire dopo il primo paragrafo di considerato altresì (pagina 3)

” - il dibattito pubblico non è stato un rituale preordinato, ma ha prodotto un’imprevista ridefinizione dei temi sul tappeto. In sostanza il dibattito ha preso le mosse dal confronto sulle cinque alternative di tracciato, ma è poi approdato a riflessioni più ampie sulla mobilità e all’esplorazione di possibili soluzioni alternative autostradali e non.
In particolare la questione dell’opportunità della Gronda è diventata rapidamente uno dei nodi centrali del dibattito su cui si sono svolti approfondimenti tecnici e a cui è stato dedicato uno specifico laboratorio. Ciò che si è scoperto è che la nuova autostrada non era universalmente considerata come un rimedio alla congestione del nodo genovese e pertanto tale questione cruciale non poteva essere tralasciata.”
( La Gronda di Genova DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009 – Relazione Conclusiva, pagina 9)
——————–
Inserire a pag. 4 prima di “considerato ancora”
Considerato che tutti gli attori intervenuti convengono sulla necessità dei seguenti interventi:

- interventi ferroviari: ferrovia metropolitana Nervi-Voltri e prolungamento della metropolitana da Certosa a Pontedecimo; sistemazione del nodo ferroviario ivi compreso il collegamento tra la bretella di Voltri e le linee di Valico, sia in direzione e Genova che in direzione Milano, collegamento tra i moli portuali e le linee esistenti, politica tariffaria e normativa che favorisca il trasporto via ferro; il finanziamento della sopraelevata portuale:
interventi stradali: strada a mare di Cornigliano; Lungomare Canepa da collegare al casello di Cornigliano; completamento della strada di sponda destra del Polcevera e suo collegamento con la nuova strada a mare; sistemazione del nodo di san Benigno.
——————–
Inserire dopo il paragrafo rilevato (pagina 4)

Rilevato altresì
” Le riflessioni sviluppate attorno al problema della congestione del nodo di Genova hanno confermato che la Gronda non e’ il rimedio, ma uno dei possibili rimedi. Il merito dei sostenitori dell’“opzione zero” e’ stato quello di richiamare l’attenzione sullo sviluppo del trasporto su ferro e di opere stradali e di aver proposto politiche integrate per una mobilita’ “dolce”.
Una parte di tali interventi e’ gia’ nell’agenda delle istituzioni, ma la richiesta di un piu’ deciso impulso in queste direzioni e’ emersa con forza nel corso del dibattito……..
Sono state avanzate proposte “incrementali”, “minimali” o “per lotti funzionali” che suggeriscono – sia pure con sfumature diverse – l’idea di un processo graduale, pragmatico e piu’ socialmente accettabile, che eviti il dilemma “o tutto o niente”.”

2)( La Gronda di Genova DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009 – Relazione Conclusiva, pagina 83)
——————–
Modificare (pagina 5)

” - che il numero di abitanti interessati compresi nelle due fasce viene fortemente in questo modo ridotto passando da 503 a 304.

n.b.: nella delibera non vengono conteggiate le persone che abitano nel campo nomadi di via alla Madonna della Guardia nel quale ci sara’ un pilone della Gronda

——————–
Al terzo paragrafo di premesso (pagina 1)

Aggiungere

sistemazione di lungomare Canepa;
——————–

Inserire dopo il paragrafo rilevato (pagina 4)

Tenuto conto che l’attuazione del nodo stradale e autostradale di Genova non deve penalizzare o ostacolare il trasporto pubblico, in particolare, la funzionalita’ della nave bus,

——————–

Al primo paragrafo di considerato (pagina 2)

Modificare

stakeholder
——————–
Inserire dopo il paragrafo rilevato (pagina 6)

Sottolineato come la fascia da 30 e 60 metri risulta essere insufficiente e pertanto e’ necessario provvedere a estendere questa fascia fino a 250 metri;
——————–

Inserire dopo il paragrafo rilevato (pagina 6)

Sottolineato come l’importo di 30.000 euro a favore delle famiglie residenti che ricadano nella fascia compresa tra 30 e 60 metri dall’eventuale nuovo nastro autostradale sia insufficiente e debba essere portato ad almeno 150.000 euro a famiglia;
——————–
Inserire dopo il paragrafo rilevato (pagina 6)

Sottolineato come il rialloggiamento delle famiglie interessate dalla realizzazione della Gronda sia limitato a quelle entro una fascia di 30 metri che risulta essere insufficiente e pertanto e’ necessario provvedere a estendere tale rialloggiamento in una fascia da 0 a 100 metri;
——————–

Modificare ultimo paragrafo prima di Considerato ancora (pagina 4)

Rilevato che il dibattito pubblico ha permesso di entrare nel merito dei problemi relativi al progetto della Gronda di Ponente e di porre interrogativi a cui il soggetto proponente ha risposto in modo controverso con la modifica parziale di una delle proposte avanzate;
——————–
Al terzo paragrafo di premesso (pagina 1)

Aggiungere

tunnel sub portuale,
——————–
Al terzo paragrafo di premesso (pagina 1)

Eliminare

5) Tunnel Rapallo – S. Margherita Ligure / Nuova viabilità di accesso al casello di Rapallo;
——————–

You must be logged in to post a comment.