Gruppo Consiliare Federazione della Sinistra

Il maxi appalto per smistare i rifiuti e’ illegale, ma anche diseconomico. Serve una vera differenziata porta a porta

Febbraio 23rd, 2011 Posted in Comunicati stampa

L’intervento del Tar che,nelle scorse settimane, ha cancellato un’assegnazione milionaria da parte di Amiu per la costruzione d’un grande impianto in Valpolcevera, che avrà il compito di suddividere la spazzatura per tipologia prima di spedirla a Scarpino, aumentando la differenziata, mette in luce i limiti di una raccolta differenziata impostata sui vecchi criteri di cassonetti posti nelle strade. Con questo metodo e’ inevitabilmente che nei cassonetti si trovino plastica e carta mischiati a rifiuti indistinti. E’ per questo che si rende necessario ricorrere a un impianto a valle della raccolta. Al contrario, se si fosse scelto di sviluppare la raccolta Porta a Porta o, in condizioni particolarmente difficili, quella di prossimita’, si sarebbe potuto diminuire drasticamente la quota di raccolta differenziata inquinata e la necessita’ di un altro, piu’ grande, impianto di separazione sarebbe stata superflua. Inoltre si sarebbe potuto far pagare al cittadino una tariffa realmente proporzionale alla quantita’ di rifiuti prodotta personalmente o ocme nucleo familiare. Come succede in molti comuni “virtuosi”.
Spero che questa vicenda possa far cambiare strada alla Amministrazione Comunale di Genova.

Antonio Bruno
capogruppo Sinistra Europea - PRC Comune di Genova

You must be logged in to post a comment.