Gruppo Consiliare Federazione della Sinistra

Passerella sullo Sturla: intervenire sulla sicurezza tutelando la vivibilita’ dei cittadini

Aprile 11th, 2012 Posted in Senza categoria

Passerella sullo Sturla: intervenire sulla sicurezza tutelando la vivibilita’ dei cittadini

Nel corso dell’assemblea di ieri ( 2 apr 12) l’assessore Margini, con indiscutibile abilità politica, ha informato i cittadini presenti che le decisioni assunte dal Comune sono la diretta conseguenza dell’applicazione delle normative vigenti la cui elusione comporta responsabilità, anche gravi, in capo ai funzionari e tecnici inadempienti e pertanto non possono essere oggetto di valutazione politica.
La proposta dell’assessore di rinviare la data della demolizione per conoscere la tempistica dei previsti interventi programmati dalla Regione, ha rasserenato gli animi dei presenti, ma di fatto la situazione è rimasta inalterata ed il provvedimento di demolizione sarà comunque eseguito perchè solo momentaneamente sospeso.
Tanto clamore per nulla.
Nell’esposizione fatta dall’ass.Margini, nulla si dice in merito alla presenza di una conduttura dell’acqua a servizio del condominio limitrofo e che avrebbe, con la demolizione, lasciato ” a secco” fino a data da destinarsi, l’intero palazzo.
La domanda sorge spontanea: la sospensione è stata proposta nell’interesse dei cittadini che hanno legittimamente chiesto la tempistica dei nuovi e risolutivi interventi, oppure sarebbe stato comunque necessario procastinare la demolizione per il problema della conduttura esistente sotto il ponticello?
E’ anche vero che l’assessore Margini, dopo l’intervento dell’ing Pittamiglio presente all’incontro a sostegno delle istanze dei cittadini,si è impegnato anche per verificare insieme ai tecnici della Provincia, una possibile soluzione che potrebbe, se fattibile e concordata, mantenere in essere il ponticello con l’esecuzione di alcuni modesti interventi.
Questo impegno costituisce la sola e vera nota positiva dell’incontro.
Tutto ciò premesso e pur non condividendo le scelte dell’amministrazione in quanto incidono negativamente sulla vivibilità di un luogo utilizzato anche da persone meno abili, appare evidente che le ragioni del provvedimento trovano logica e condivisa giustificazione quando dirette a salvaguardare la sicurezza di molti ( rischi alluvionali) rispetto al privilegio di pochi.
Infine e senza voler screditare le perizie già effettuate, avremmo ritenuto utile incaricare un professionista di parte per una qualificata comparazione delle perizie, nonchè un legale per individuare i possibili rimedi giurisdizionali.
Attendiamo il seguito della vicenda.

Paola Borghini, candidata per il Municipio Levante
Antonio Bruno, candidato al consiglio comunale di Genova

You must be logged in to post a comment.