Gruppo Consiliare Federazione della Sinistra

Considerazioni sulla privatizzazione AMT

Novembre 9th, 2013 Posted in Comunicati stampa

Il deludente incontro tra sindacati AMT e Sindaco di Genova Marco Doria evidenzia il chiaro disegno di portare all’ingresso di privati (leggasi societa’ del gruppo Trenitalia) nella societa’ di trasporto pubblico.
La minaccia e’ il fallimento.
Sette anni fa il Sindaco di allora (Giuseppe Pericu) minaccio’ di portare i libri di Amt in tribunale e “chiamò″ la francese Transdev in salvataggio. Ovviamente i francesi fecero pagare profumatamente  i 22 milioni di euro che “donarono” all’Amt sotto forma di consulenze  e clausole rescissorie. In cambio aumento delle tariffe e diminuzione del servizio.
Nel frattempo nel laboratorio di Firenze, dove il Sindaco Matteo Renzi ha venduto Ataf a Busitalia (del gruppo Trenitalia) e’ stato disdettato il contratto integrativo (200- 300 euro  in meno sul salario) e la societa’ di trasporto pubblico spacchettata in tre aziende, seguendo modelli disastrosi sperimentati in Inghilterra.
Ma gli aspetti piu’ deprecabili sono due:
- non si lotta contro le politiche governative che tagliano i fondi al trasporto pubblico locale. Probabilmente per un’adesione convinta a politiche economiche che spostano le risorse sulle spese militari, le Grandi Opere, il salvataggio delle banche.
- non si ha idea di cosa significhi un politica della mobilita’, tanto che persino un ordine del giorno della lista Doria, approvato a latere della delibera che un anno fa apriva la porta alla privatizzazione, che chiedeva nuove corsie protette per i bus e’ stato disatteso e sconfessato pubblicamente dall’assessore alla mobilita’ durante una recente commissione consiliare.
Utenti e lavoratori dovrebbero cercare di costruire un fronte comune per contrastare questa miope politica.

Antonio Bruno
capogruppo Federazione Sinistra Comune di Genova

You must be logged in to post a comment.