Gruppo Consiliare Federazione della Sinistra

Il masochismo di cancellare l’integrazione treno+bus

Marzo 31st, 2014 Posted in Comunicati stampa

Leggo dai media che la settimana prossima cessera’ di esistere l’integrazione treno-bus che aveva portato negli anni novanta Genova ai primi posti del trasporto pubblico locale.
In tutto il mondo evoluto, le citta’ affrontano il tema dei trasporti come un contesto omogeneo e interdipendente; autobus, metro, treno, nave fanno parte di un sistema integrato che da’, soprattutto nelle grandi metropoli, una valida alternativa al trasporto privato in auto.
Rompere questa integrazione significa dare un ulteriore colpo all’efficacia del Trasporto Pubblico Locale e condannarlo a un lento e inesorabile declino.
Scarsa conoscenza del problema, superficialita’, rendite di posizione, populismo becero hanno inizaito a minare questo fondamentale istituto.
Infatti, il Consiglio comunale di Genova ha, l’anno scorso, iniziato a lo smantellamento dell’integrazione approvando un emendamento del Movimento 5 Stelle che ha diversificato il costo del biglietto integrato da quello semplice.
Invece, l’introduzione di tariffe integrate ha portato ad un incremento della domanda di trasporto pubblico e ad un contenimento dei costi di transazione, come quelli relativi all’emissioni di biglietti o alla fornitura di informazioni sul servizio.
Ritornare a titoli di viaggio differenti significa quindi penalizzare ulteriormente il trasporto pubblico, introducendo alla lunga un ulteriore deficit che si ripercuote sull’intero servizio, anche nelle zone non servite dal treno.
L’ASSTRA Associazione delle società ed enti del trasporto pubblico locale di proprietà degli enti locali, delle regioni e di imprese private dice “aumento del 2.19% nel breve periodo e del 12.04% nel lungo periodo della domanda di trasporto pubblico dovuto all’introduzione di sistemi di integrazione tariffaria”.
E’ necessario che Regione e Comune trovino le risorse necessarie e costringano Trenitalia a non arroccarsi in difesa di posizioni che significano la diminuzione anche del trasporto pendolare.
Allego uno studio essenziale, elaborato da una dottoranda in economia e commercio dell’Università di Genova a supporto di queste analisi.

Antonio Bruno
capogruppo Federazione Sinistra Comune di Genova

You must be logged in to post a comment.