Gruppo Consiliare Federazione della Sinistra

Strada a mare di Cornigliano: perchè non funziona

Febbraio 10th, 2015 Posted in Comunicati stampa

L’apertura della strada a mare di Cornigliano ha suscitato reazioni contrastanti.
Da una parte coloro che hanno salutato questa nuova infrastruttura come risolutiva del traffico a Cornigliano e Sampierdarena.
Dall’altra chi ha criticato l’ingente spesa 70 milioni di euro per meno di due chilometri o chi ritiene che costruire una strada a sei corsie incentivi il traffico privato a scapito di quello pubblico non inquinante, oltre a un notevole impatto sul paesaggio.
La realta’ delle ore di punta ci consegna quaranta minuti di coda in uscita dal casello di Genova Aeroporto, rallentamenti in Lungomare Canepa, bus collinare verso Erzelli in ritardo di oltre mezz’ora e tir che proseguono sulla via principale della delegazione.
E’ evidente che non basta stendere un po’ di asfalto per risolvere i problemi di mobilita’.
La strada a mare sara’ anche stata inaugurata, ma NON E’ FINITA: mancano i collegamenti con il casello di Genova Aeroporto (forse neanche progettato in via definitiva) e le stesse connessioni con l’abitato sono evidentemente non adeguate.
E’ verissimo che il costo dell’opera appare sproporzionato; molto e’ dovuto all’ingente costo di bonifica delle aree ex Acciaierie.
L’accordo di programma di dismissione del ciclo del caldo decise che lo pagava la collettività e non a chi aveva inquinato per decenni.
E’ anche fondato il timore di favorire il traffico privato a scapito del pubblico (quando l’opera sara’ terminata !!!!); se si facilita l’usa di auto e moto, certamente ci sarà chi abbandonera’ autobus e treni.
La strada a mare (quando sara’ terminata per davvero) rendera’ sempre piu’ superflua la Gronda Autostradale del ponente (il traffico di attraversamento di Genova e’ solo il 20% e la Gronda va da Est a Ovest, mentre i traffici portuali percorrono l’asse nord-sud).e non penalizzera’ il trasporto pubblico, solo se via Cornigliano e molte vie di Sampierdarena saranno riservate solo al traffico locale  e riservate agli autobus.
Ma di tutto questo nonostante decine di ordini del giorno votati non c’e’ traccia e ai poteri forti che governano Regione e Comune pare non interessare nulla.
Infine, non ci starebbe male qualche arredo urbano (viale alberato?).
Sara’ pur vero che la strada a mare non deturpa piu’ di tanto un paesaggio gia’ devastato, ma sarebbe anche l’ora che nei quartieri del ponente cosi’ sfruttati si investa in bellezza e vivibilita’, non considerando gli abitanti degli “sfigati” a cui si puo’ far ingoiare di tutto.

antonio bruno
consigliere comunale Genova
Forum Sinistra Europea – FdS
http://www.altraliguria.it

You must be logged in to post a comment.